A Roma, nei Giardini di Castel Sant'Angelo

Letture d'Estate

Libri giochi musica e relax
Nel cuore della tua città
20
Giugno
-
01
Settembre
Ingresso gratuito

Diana Tejera live

Diana Tejera nasce a Roma, a Trastevere. A 9 anni inizia a studiare pianoforte, a 13 chitarra. Frequenta il liceo spagnolo di Roma e studia composizione al CET di Mogol. Lui la sceglie per il gruppo I Fiori d’Acqua Dolce, che realizzeranno il brano inedito di Battisti/Mogol “Il Paradiso non è qui”. Nel 2000 il duo diventa una band di 4 elementi dal nome Plastico, i quali vincono la 11° Edizione del Festival di San Marino col brano “Strani sintomi”, scritto da Diana, e registrano l’album “Sensibile al tatto” che li porterà in tour per tutta l’Italia. Nel 2002 i Plastico sono al 52° Festival di Sanremo col brano “Fruscìo”, scritto da Diana. Nello stesso anno esce l’album “Incontri casuali”, sempre scritto da lei. Nel 2003 i Plastico si dividono. Diana prosegue la sua carriera da sola, componendo nuovi brani e esibendosi in tante serate live. Collabora con vari artisti della scena romana (Barbara Eramo, Marco Fabi) e anche con Tiziano Ferro, che conosce fin dai tempi in cui lui, 17enne, era lo speaker di una radio di Latina. Nel 2005 Diana e Tiziano Ferro compongono insieme il brano “E fuori è buio” presente nel disco di Ferro “Nessuno è solo” (2006) e “Scivoli di nuovo”, contenuto nell’album “Alla mia età”(2008). Nel 2008 vince il festival Sound is life. Per il cinema scrive il brano “Te quiero para vivir” con Massimo Nunzi, interpretato da Peppe Servillo e candidato ai nastri d’argento 2015 come miglior brano originale. Nel 2009 Diana seleziona le canzoni per “La mia versione”, il suo album solista uscito a maggio 2010 per l’etichetta SunnyBit, dal quale sono stati estratti i singoli “Degni di esistere” e “Ma una vita no”. Dodici pezzi che evidenziano il suo carattere poliedrico, capace di fondere il gusto melodico italiano all’energia latina, le sfumature folk a quelle del rock più energico.

Dopo aver suonato, applauditissima, al tributo per Rino Gaetano svoltosi a Roma, ha partecipato al festival “Voci per l’Europa” e si è esibita ad una delle serate più affollate al Teatro Valle Occupato di Roma. Con Ana Carolina, famosissima cantautrice brasiliana, e Chiara Civello Diana ha scritto “Batom”, canzone scelta ed interpretata dalla figlia di Gilberto Gil, Preta Gil.

Nel 2012 pubblica “Al cuore fa bene far le scale”una raccolta di poesie e canzoni nata dalla collaborazione con la poetessa Patrizia Cavalli(Voland/Sunnybit). Alcune sono delle poesie messe in musica e altre delle vere e proprio canzoni con testi inediti della poeta. Questo progetto ha portato Diana ad esibirsi in giro per l’Italia (in prestigiosi spazi come il Teatro Argentina), in Svizzera, Francia, Germania, Belgio, Spagna e USA, dove ha suscitato grande interesse.

Il 13 aprile 2018 esce “Mi fingo distratta“, il nuovo disco di inediti dal quale sono stati estratti 3 singoli (parentesi di delirio, resto sola e dritto negli occhi) e che la porta a fare un tour negli Stati Uniti oltre in Italia. Nel gennaio dello stesso anno crea insieme ad Angela Baraldi la rassegna di grande successo “Riprendiamoci Trastevere” per dare spazio soprattutto al cantautorato femminile. Sempre insieme ad Angela organizza il Primo Maggi all’Angelo Mai – May così tante – con 30 artiste sul palco come risposta all’assenza di nomi femminili nel concertone di Piazza San Giovanni.