A Roma, nei Giardini di Castel Sant'Angelo

Letture d'Estate

Libri giochi musica e relax
Nel cuore della tua città
20
Giugno
-
01
Settembre
Ingresso gratuito

Tom Waits Radio

Ogni momento è buono per ascoltare della bella musica di notte

Una serata a tema Tom Waits nell’incantevole atmosfera dei giardini di Castel Sant’Angelo, un intrattenimento con la voce narrante di Marco Ballestracci, a sua volta accompagnato dalla voce di Raffaela Siniscalchi e da contrabbasso e voce di Lucio Villani.

Liberamente ispirato a “Il Fantasma del Sabato Sera” a cura di Paul Maher Jr. (Minimum Fax).

Tom Waits non racconta mai la verità, perché la verità non esiste.

Quando Bill Flanagan l’intervistò per Musician il giornalista affermò che si sarebbe accontentato d’una buona bugia purché fosse entusiasmante, ma già chiacchierando a proposito della propria nascita Waits cominciò a gigioneggiare.

“Sono nato in tenera età sul sedile posteriore d’un taxi giallo. La prima cosa che feci fu pagare un dollaro e ottantacinque per la corsa e mi misi subito a cercare un lavoro”.

Perciò per raccontare Tom Waits bisogna mescolare la ragionevolezza con l’immaginazione, per esempio prendendo ispirazione da Zack, il disc jockey che Waits interpreta in “Down By Law” di Jim Jarmush.

“Beh! Ogni momento è buono per ascoltare della bella musica di notte, magari quella roba ritmata che piaceva tanto ai beatnicks”.

Allora “Ice Cream Man” è un buon modo per cominciare a immaginare un primo piano di Tom Waits giovane, per poi cambiarlo mano a mano, tra una bugia e l’altra, spostandosi verso “Heartattack And Vine” e più vicino ancora al tempo d’adesso, infilandosi in “Rain Dogs”.

Dieci canzoni e dieci considerazioni per una biografia falsa, perché, pensandoci bene, nessuno sa se Waits esista davvero o no.